ArtShaker #78: la mitologia nell’arte di Gino De Dominicis

«Io non sono mai stato molto interessato all’arte moderna, e neanche a quella antica.Preferisco quella antidiluviana». Tra le personalità più complesse ed enigmatiche del panorama artistico degli ultimi cinquant’anni, Gino De Dominicis ha saputo coniugare genialità e innovazione. Nel corso della sua lunga carriera è riuscito infatti a catturare e mantenere sempre alta l’attenzione su…

ArtShaker #77: L’antica arte di Ife e il suo incontro con l’Europa

«Uno dei fatti più straordinari e misteriosi di tutta la storia dell’arte». Con le parole scritte da Carlo Ludovico Ragghianti per «SeleArte» nell’ormai lontano 1952 voglio introdurre questa serie di opere che fino a poco più di un secolo fa avevano fatto perdere le loro tracce. Sono la manifestazione plastica dell’arte del regno di Ife,…

ArtShaker #76: Marco Ricci e la creazione del paesaggio veneto nel Settecento

Marco Ricci può essere considerato, senza alcuna esagerazione, il fondatore del paesaggismo veneto del Settecento. Nella sua personale cifra espressiva convergono le più aggiornate tendenze della pittura di paesaggio presenti in Italia alla fine del XVII secolo, sintetizzate però secondo un accordo nuovo che per la prima volta possiamo definire “veneto” e che sarà alla…

ArtShaker #74: Goro di Gregorio e la “Madonna degli Storpi”

Camminando per le sale del Museo regionale di Messina l’attenzione dei visitatori non può non essere catturata da un’opera dalla dolcezza travolgente come la Madonna degli Storpi dello scultore senese Goro di Gregorio. Un pezzo unico nelle collezioni del museo per via la sua straordinaria importanza, questa infatti costituisce una delle rare testimonianze dell’attività dello…

ArtShaker #73: Thomas Ruff e l’estetica della bassa risoluzione

Ciò che vedete qua sopra non è una foto d’infima qualità, pescata da una ricerca frettolosa e grossolana in Internet. Si tratta, a tutti gli effetti, di una fotografia artistica: jpeg ny02, realizzatadal fotografo tedesco Thomas Ruff. Molti si chiederanno come uno scatto del genere, con una così pessima risoluzione, possa ergersi addirittura a “opera…

ArtShaker #72: La Villa del Casale a Piazza Armerina

La storia della Sicilia è legata ai popoli che nei secoli l’hanno abitata. L’isola fu meta, sin dalla preistoria, di dominatori attratti dalla sua ampiezza e centralità nonché dalla sua inesprimibile bellezza. L’avvicendarsi di diverse civiltà ha reso quest’isola ricca di segni che il tempo ha custodito fino ai nostri giorni. Ciclopi, Lestrigoni, Sicani, Elmi,…

Jun’ichirō Tanizaki, “La gatta, Shōzō e le due donne” – MilleGru #3

Vero maestro del sentimento corrosivo, Jun’ichiro Tanizaki nei numerosi romanzi e racconti pubblicati indugia spesso nell’analisi, spietata quanto divertita, dei rapporti umani e delle passioni ossessive. Come già in La chiave, anche nel romanzo La gatta, Shōzō e le due donne – recentemente pubblicato con una nuova traduzione da Neri Pozza – l’autore giapponese orchestra…

ArtShaker #71: Dal Giappone alla Sicilia, la storia di O’Tama Kiyohara

Ogni appassionato/a d’arte avrà sentito parlare almeno una volta del Japonisme, termine che indica quel fenomeno culturale che si sviluppa nella seconda metà del XIX secolo e che identifica l’influenza dell’arte giapponese sulla pittura occidentale. Nella terra del Sol Levante questi furono anni di grande agitazione, causata dallo scontro tra due opposte fazioni: chi desiderava…

Helen Jukes, “Il cuore di un’ape. Il mio anno da apicoltrice di città”

Durante l’epidemia da COVID-19 abbiamo visto quanto la Natura sappia rigenerarsi quando l’uomo, di solito prepotentemente presente, non interferisce col suo fluire. Dopo poche settimane di chiusura totale abbiamo visto immagini e video di animali che si riappropriavano degli spazi da tempo rubati loro dall’essere umano. Essi stavano cominciando a ritrovare una memoria antica, un…