ArtShaker #81: Origine degli edifici ecclesiastici nell’Egitto tardo-antico

Un breve accenno alla cristianizzazione dell’ImperoLa decisione presa da Costantino con l’Editto di Milano del 313 per l’Impero Romano d’Occidente comportò sicuramente radicali trasformazioni nella società dell’epoca, che per lungo tempo fu caratterizzata da costanti tensioni tra i sostenitori non solo del culto tradizionale, ma anche dello stile di vita che il paganesimo comportava e…

ArtShaker #68: Irezumi, l’arte del tatuaggio tradizionale giapponese

Quella del tatuaggio è certamente una pratica oggi molto diffusa, tuttavia essa era già diffusa nell’antichità. Infatti, sono numerosi gli esempi di decorazione del corpo in questo periodo e tra di essi figurano le mummie rinvenute in Egitto, perfettamente conservatesi grazie al clima arido.Tra i numerosissimi aspetti dell’Estremo Oriente che affascinano gli occidentali, figura sicuramente…

Hwang Sok-Yong, “Tutte le cose della nostra vita” – MilleGru #2

Tutte le cose della nostra vita è un romanzo scritto dall’autore sudcoreano Hwang Sok-Yong. Recentemente pubblicato in Italia (luglio 2020) con la traduzione di Andrea de Benedittis, questo libro ha fatto la sua comparsa in Corea nel 2011 con il titolo originale di Nannigun sesang.Dello stesso autore sono stati tradotti, tra gli altri, anche il…

Matsumoto Seichō, “La ragazza del Kyūshū” – MilleGru #1

La ragazza del Kyūshū è un romanzo noir scritto da Matsumoto Seichō nel 1961 (titolo originale: “Kiri no hata”) e pubblicato da Adelphi nel 2019 con la traduzione di Gala Maria Follaco. Salta subito all’occhio la quantità di tempo trascorso tra la pubblicazione in Giappone e la traduzione italiana. Moltissimi degli scritti di Matsumoto Seichō…

ArtShaker #65: Sophrosyne o della “moderazione nel desiderio”

“[…] in seguito, sino ai trent’anni, potranno gustare il vino, ma con moderazione, perché un giovane deve stare alla larga dalle ubriacature e dal bere smodato.”Platone, Le Leggi, libro secondo Dioniso è forse una delle divinità greche più conosciute. Normalmente, era strettamente legato al symposium, ovvero il banchetto che si svolgeva in presenza di diversi…

ArtShaker #51: Rodolfo II d’Asburgo e la sua collezione d’arte e curiosità

Ciò che conosceva si sentiva in obbligo di avere. Arciduchessa Maria di Stiria L’imperatore Rodolfo II d’Asburgo (Fig. 1) è una figura controversa: è stato definito pazzo e addirittura posseduto dal demonio; fu un uomo malinconico, amante dell’alchimia, poco interessato alla politica estera e un raffinato collezionista. Nella sua Kunst-und-Wunderkammer fu in grado di accorpare…

ArtShaker #46: Giuseppe Castiglione, un artista italiano alla corte dell’Impero Cinese

Lang Shining [Giuseppe Castiglione, NdA] eccelleva nel ritrarre con verosimiglianza,[questo ritratto] è stato dipinto per menella mia giovinezza; ora vecchio e coi capelli bianchi,entrando in questa stanza non riconosco il mio ritratto. Poesia dell’Imperatore Qianlong, 1782 Giuseppe Castiglione (1688-1766), milanese di nascita, è un pittore che, entrato a far parte della Compagnia del Gesù, dopo…

ArtShaker #36: il Palazzo Imperiale di Shenyang (Cina)

Da settembre a dicembre 2018  ho vissuto in Cina, più precisamente nella città di Shenyang. Sono partita perché avevo in sospeso una sfida con me stessa, ovvero fare un’esperienza all’estero da sola. Le emozioni e i ricordi che ho provato e vissuto in questa città sono incredibili: ho conosciuto moltissime persone di nazionalità diverse, ho…

ArtShaker #31: l’arte egizia durante l’esperienza amarniana

La terra esiste al tuo cenno, così come tu li hai creati.Quando sorgi, essi vivono, quando tramonti, essi muoiono.Tu stesso sei il tempo della vita, poiché si vive grazie a te.Finché non tramonti, gli occhi vedono la tua bellezza, ogni lavoro è deposto quando ti posi a occidente.Quando sorgi e fai prosperare […] per il…

ArtShaker #24: l’erotismo secondo le stampe giapponesi “Shunga”

Ci eravamo lasciati con le stampe erotiche cinesi Chungong Hua le quali diedero origine, una volta portate oltre i confini, alle stampe erotiche giapponesi Shunga. Con questo articolo intendo concentrarmi ora proprio su questa – ormai – celeberrima forma d’arte nipponica. Shunga (春画) significa “pittura della primavera”. È possibile notare come nel nome sia presente…