ArtShaker #73: Thomas Ruff e l’estetica della bassa risoluzione

Ciò che vedete qua sopra non è una foto d’infima qualità, pescata da una ricerca frettolosa e grossolana in Internet. Si tratta, a tutti gli effetti, di una fotografia artistica: jpeg ny02, realizzatadal fotografo tedesco Thomas Ruff. Molti si chiederanno come uno scatto del genere, con una così pessima risoluzione, possa ergersi addirittura a “opera…

Jun’ichirō Tanizaki, “La gatta, Shōzō e le due donne” – MilleGru #3

Vero maestro del sentimento corrosivo, Jun’ichiro Tanizaki nei numerosi romanzi e racconti pubblicati indugia spesso nell’analisi, spietata quanto divertita, dei rapporti umani e delle passioni ossessive. Come già in La chiave, anche nel romanzo La gatta, Shōzō e le due donne – recentemente pubblicato con una nuova traduzione da Neri Pozza – l’autore giapponese orchestra…

Helen Jukes, “Il cuore di un’ape. Il mio anno da apicoltrice di città”

Durante l’epidemia da COVID-19 abbiamo visto quanto la Natura sappia rigenerarsi quando l’uomo, di solito prepotentemente presente, non interferisce col suo fluire. Dopo poche settimane di chiusura totale abbiamo visto immagini e video di animali che si riappropriavano degli spazi da tempo rubati loro dall’essere umano. Essi stavano cominciando a ritrovare una memoria antica, un…

Ricordare i defunti: l’Obon Festival dalla tradizione giapponese al manga

Mentre in Italia la festa per eccellenza dell’estate è il Ferragosto, dall’altra parte del mondo, precisamente in Giappone, si celebra una ricorrenza suggestiva quanto fondamentale per la cultura tradizionale del Sol Levante: il cosiddetto Festival delle Lanterne. Chiamato Obon (お盆) o più semplicemente Bon (盆), il Festival delle Lanterne è una tra le festività più…

Yuruco Tsuyuki, “Strange” (Recensione)

Amore, amicizia, aiuto, comprensione. Questi i temi fondanti delle sei brevi storie di “Strange” della fumettista Yuruco Tsuyuki, in cui il dipanarsi dei sentimenti si svela nella sua essenziale quotidianità, nei piccoli gesti, talvolta anche nel silenzio o, più semplicemente, in uno sguardo eloquente.⠀Le sei storie di altrettante coppie di uomini vengono quindi riproposte nel…

Philippe Besson, “Un certo Paul Darrigrand” (Recensione)

Lo si potrebbe definire autoreferenziale, il nostro caro Philippe Besson, eppure dopo il successo insperato di Non mentirmi, l’autore francese ha pubblicato a stretto giro ben altri due romanzi autobiografici, andando a costruire una trilogia che ora in Italia è ferma al secondo volume, Un certo Paul Darrigrand e che speriamo venga completata dall’editore Guanda….

ArtShaker #64: Da Bologna ad Assisi. Il culto francescano in un’opera di Luigi Serra

L’arte umbra, in particolare quella medievale e moderna, ha giocato un ruolo strategico nella formazione della cultura figurativa italiana e non solo. Evitando qualsiasi atteggiamento campanilistico e provinciale, si può ben intendere come alcune forme e soluzioni perdurate nei secoli successivi debbano rintracciarsi necessariamente a una matrice umbra. Se il dominio incontrastato di quest’arte locale…