ArtShaker #27: Lucio Fontana, Concetto Spaziale. Attesa, 1960

Le Attese, una delle tipologie di opere più emblematiche di Lucio Fontana (Rosario de Santa Fé, 1899 – Varese, 1968). Per comprenderle, sarà necessario fare un excursus della carriera dell’artista, in modo da inquadrarne la logica genealogia lungo il percorso evolutivo dell’attività del maestro. Nato da famiglia italo – argentina, Lucio Fontana fu sin da…

ArtShaker #25: Luigi Ontani, Terza Grazia del Dado d’après Tintoretto, 1975

Mentre c’è tutta una storia di performance che vivono di dinamica di un accadimento che sia ginnico, che sia atletico, di progressione ‘verso’, io scelgo la fissità. Con queste parole Luigi Ontani descriveva la propria personalissima visione della Body Art, in netta controtendenza rispetto all’azionismo tipico di tante performance della stessa corrente artistica imperante in…

ArtShaker #11: Sarah Lucas, Au Naturel, 1994

Tra la fine degli anni Ottanta e gli inizi dei Novanta una delle strade percorse dalla stagione del Postmoderno è quella dell’attacco, spesso anche violento, contro il tacito e consolidato assenso di quell’arte fatta da artisti di solito bianchi ed eterosessuali. Gli artisti ri-trovano quindi temi di ricerca come l’identità e il genere – già…

ArtShaker #10: Andrés Serrano, The Morgue, 1992

I’ve never called myself a photographer. I studied painting and sculpture and see myself as an artist with a camera. I learned everything I know about art from Marcel Duchamp who taught me that anything, including a photograph, could be a work of art. C’è una strana forma di innocenza nelle parole di Serrano che…

ArtShaker #7: il ballerino Alexander Sacharoff ritratto da Jawlensky e Werefkin, 1909

Nel 1909, mentre da Parigi si diffondeva il fenomeno futurista, nell’area tedesca andava formandosi l’embrione di quello che sarà il fenomeno di Der Blaue Reiter, gruppo che segnò l’altra faccia dell’Espressionismo tedesco oltre l’esperienza del ben più violento gruppo Die Brücke di Dresda. Il terreno fertile per il cosiddetto Espressionismo lirico guidato da Vasilij Kandinsky…

Montanari / Trione, “Contro le mostre” (Recensione)

Einaudi editore propone a fine ottobre, quasi come un fulmine a ciel sereno, il nuovo saggio scritto a quattro mani da Tomaso Montanari e Vincenzo Trione, entrambi storici e critici d’arte: Contro le mostre, quasi un pamphlet, un J’accuse contro la svendita della nostra arte e della nostra cultura, e di conseguenza la nostra stessa…